Ayurveda


Introduzione

L'Ayurveda è forse il più antico sistema di medicina naturale. Il suo significato può essere definito come 'conoscenza della vita'. E' una vera e propria scienza e filosofia di guarigione capace di occuparsi di aspetti molteplici della vita dell'uomo, l'alimentazione, l'esercizio fisico, la meditazione, la medicina erboristica, l'astrologia, i trattamenti di bellezza e la cura del corpo in generale e infine ma certo non da meno, il massaggio definito in Ayurveda, Abyangam. Pone le sue basi nei Veda, le più antiche documentazioni in forma scritta presenti ai nostri giorni, risalenti al 4000 a.C.

Vai alla Pagina

Calendario dei corsi di Ayurveda

 

Successivamente i Veda vennero riassunti in quelli che oggi conosciamo come i testi Samhita, in sanscrito ''raccolta''. Solo tre di questi testi hanno superato la prova del tempo, Charaka Samhita, Sushruta Samhita, Ashtanga Hridaya Samhita. Dagli antichi trattati si rilevano otto branche dell'Ayurveda: Medicina Interna (Kayachikitsa), Chirurgia (Shalvatantra), Oftalmotorinolaringoiatria (Shalakia Tantra), Pediatria ( Kaumabarabhritya), Tossicologia (Agadatantra), Psichiatria (Bhutavidya), Scienza del Ringiovanimento (Rasayana), Scienza degli Afrodisiaci (Vajikarana).

Due scuole trattavano le otto branche dell'Ayurveda, dirette da due saggi, Atreya e Dhavantari. La scuola di Atreya seguiva i principi del Charaka, che trattava principalmente di medicina interna del corpo e della mente e la scuola di Dhavantari quelli della chirurgia. La conoscenza e le tecniche di applicazione della chirurgia trattate nel Sushruta andarono perse perché con la morte del Buddha queste pratiche vennero abbandonate. Questi due testi apparvero per la prima volta intorno al primo millennio a.C.

Le terapie di ringiovanimento e virilizzazione conosciute come Rasayana e Vajikarana vennero introdotte nel medioevo. Per migliorare le prestazioni dei primi guerrieri, i quali venivano addestrati secondo l'arte marziale del Kalari, si sviluppò il massaggio Ayurvedico che teneva conto allora come oggi della specificità e unicità dell'individuo che vibra in armonia con le forze della natura. L'Ayurveda, il più antico metodo di autoguarigione naturale dove ogni pratica sapientemente applicata, contribuisce a ristabilire l'unione tra il Se e lo Spirito, tra l'Uno e il Tutto, Atman e Brahman.

 

Ayurveda

 

L'approccio dell'Ayurveda a sintomi o eventuali disequilibri dell'individuo avviene in maniera assolutamente personale, considerando i tre umori o energie biotipologiche definiti in Ayurveda, Dosha: Vata, Pitta, Kapha.Ognuno di questi, governa un gruppo di organi e sistemi del nostro corpo. Ogni costituzione avrà quindi una predisposizione a manifestare determinate carenze o eccessi.

Il Massaggio è uno dei principali mezzi per mantenere una condizione di buona salute.E' importante che nel nostro corpo le sostanze nutrienti circolino nel migliore dei modi e le tossine vengano eliminate facilmente.Il cibo fornisce i nutrienti e l'esercizio fisico e il massaggio intervengono affinché la circolazione di queste sostanze sia appropriata.

 

Ayurveda

 

Il massaggio rinnova le risorse interne del corpo favorendo la formazione delle proteine, la trasformazione degli zuccheri in glucosio e la sintesi degli enzimi biochimici, aumenta la circolazione e ridona attraverso l'eliminazione delle sostanze di rifiuto, un senso di benessere, di gioia e ispirazione. Rilassando muscoli, tendini, ossa, favorisce il sonno.

In occidente sta crescendo la popolarità del massaggio ormai da diversi anni, con il crescere degli agenti inquinanti i quali rendono il nostro sistema nervoso più sensibile e irritato e più complesso lo smaltimento delle tossine. Il tocco piacevole di un'altra persona che massaggia, accarezza, friziona e impasta unito a propositi di guarigione, può fare miracoli. Frizionando la pelle, il corpo si scalda e fluidifica il sangue.

 

Shirodara

 

Per le persone che non possono praticare esercizio fisico il massaggio diventa fondamentale. Il massaggio incrementa la produzione dei globuli bianchi, degli anticorpi e la capacità di adattamento a repentini cambiamenti di temperatura. Combatte l'invecchiamento precoce, riduce le rughe, ridona elasticità e sofficità alla pelle e agilità alle articolazioni. Per il massaggiatore, il massaggio dovrebbe essere un esercizio fisico.Un buon massaggio richiede energia vitale (Prana).

I movimenti vigorosi stimolano forza e tono muscolare e l'aumentata sudorazione purifica il corpo dalle tossine. Il respiro e il divagare frettoloso della mente rallentano. Da una manovra all'altra il massaggiatore si muove come in una danza in armonia, nel prendersi cura del ricevente. Tale ricerca di una condizione di salute e armonia da parte del massaggiatore, trasmette energia vitale e benefica al ricevente e favorisce il processo di auto guarigione.

 

Ayurveda

 

Per maggiori informazioni su corsi e massaggi di Ayurveda
con Simone Fanciullo e Francesca Gaffuri

www.ayur-veda.it


 

Richiedi Informazioni

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
Target Image