I Mali del Mondo: le Malattie

Dopo la Fame e la Guerra, un’altra grande fonte di sofferenza per l’umanità (e forse la più grande) sono le malattie: la stima della “malattia” come fenomeno a livello mondiale molto probabilmente è impossibile da tradurre in cifre, dal momento che uno stato di sofferenza fisica o psichica può manifestarsi a diversi livelli di intensità, o può trovarsi in diversi stadi di evoluzione oppure conduce a esiti diversi in tempi diversi.

I Mali del Mondo: la Guerra

Quando parliamo di guerra, molti di noi (italiani delle ultime generazioni) fanno riferimento ai racconti dei nostri genitori o dei nostri nonni, e le immagini che si formano nella nostra mente sono quelle di quadri, foto o filmati di repertorio, o quelle dei servizi giornalistici, o quelle ricostruite al cinema dai grandi film sulle guerre di ogni epoca, dalle battaglie de Il Gladiatore di Ridley Scott, ad Apocalypse Now di Francis Ford Coppola, per fare giusto due esempi.

I Mali del Mondo: La Fame

“Controlla il petrolio e controllerai le nazioni; controlla il cibo e controllerai le persone”.
Henri Kissinger

 

Forse non tutti ne sono a conoscenza, ma lo slogan dell’Expo 2015 è “Nutrire il pianeta, Energia per la Vita”, e sembra che l’attenzione di governi, nazioni, organizzazioni internazionali e aziende sia più che mai puntata sulle tematiche dell’alimentazione, della nutrizione, dello sviluppo sostenibile e dell’ecologia.

 
 

lo shop del benessere

vai al sito macrolibrarsi