Astrologia Archetipica: l'Io, l'Universo e la Relazione

L'Astrologia Archetipica è uno strumento molto efficace di analisi e comprensione della realtà attraverso il linguaggio "universale" dei simboli astrologici: i pianeti, le stelle, le costellazioni e i cicli naturali della vita vengono studiati e osservati da migliaia di anni, e la loro posizione o i loro transiti ci forniscono delle indicazioni preziose per comprendere meglio chi siamo, da dove veniamo e dove stiamo andando.

Gli "Archetipi", così come li ha intesi Carl G. Jung, sono le strutture psicologiche che si sono consolidate nel corso del tempo, che appartengono a tutta l'umanità e all'Inconscio Collettivo, e hanno un riflesso individuale nella vita e nello sviluppo di ciascuno di noi: li ritroviamo nei miti, nelle favole, nelle leggende, ma ciascuno di noi li può vedere agire nella propria vita nei diversi passaggi evolutivi che attraversiamo.

In un senso generale, tutta l'Astrologia è "archetipica", ovvero è un linguaggio simbolico, fatto di archetipi, di "modelli originali", astratti e idealizzati: quando ad esempio ci si riferisce al Sole in senso astrologico, si intende ciò che il Sole rappresenta, tutta la simbologia legata ad esso, attingendo ai miti delle divinità solari, all'esperienza fatta dall'umanità del Sole e della sua attività.

In senso più specifico, l'Astrologia Archetipica che utilizziamo e insegniamo alla Città della Luce fa riferimento ai Dodici Archetipi del Viaggio dell'Eroe, che trovano una corrispondenza sia con i Pianeti che con i Segni e le Case e le rispettive simbologie: il Viaggio della Vita ha quindi una mappa, scritta nel Cielo nel momento esatto in cui veniamo alla luce.

 

 un esempio di tema natale

Un esempio di Tema Natale

 

Il Tema Natale, o Carta Natale, rappresenta il momento preciso della nostra nascita, la "fotografia" scattata al Cielo, ai Pianeti e alle Stelle nel momento esatto e nel luogo esatto in cui siamo nati: ci fornisce indicazioni importanti sull'imprinting che riceviamo dall'Universo, sulla nostra relazione con i nostri genitori e fratelli, con l'ambiente che ci circonda, con la nostra stessa vita.

In qualche modo può essere associato al "Ki", all'Essenza Individuale, al Microcosmo interiore che è il riflesso del Macrocosmo esteriore: siamo infatti tutti uguali, abbiamo tutti gli stessi Pianeti collocati nei vari Segni e nelle varie Case, ma ciascuno di noi è unico e irripetibile, la combinazione del Tema Natale è l'impronta digitale cosmica, la firma energetica che riceviamo dall'Universo.

In altre parole, per collegare l'Astrologia anche al concetto di Campo Morfogenetico, il nostro Tema Natale ci mostra proprio le linee di forza e di tensione, le posizioni e gli aspetti degli archetipi astrologici e l'irretimento che essi formano nel momento della nostra nascita: sarà il compito evolutivo dell'individuo utilizzare tutte le risorse in esso evidenziate e rimuovere tutti i blocchi e gli ostacoli in esso indicati.

A questo proposito utili e "illuminanti" sono le parole dell'Astrologo Vedico Sri Yukteswar: "Un bambino nasce nel giorno e nell'ora in cui i raggi celesti si trovano in matematica armonia con il suo karma individuale. Il suo tema natale è un autentico ritratto del suo inalterabile passato e del suo probabile futuro. Ma questo certificato di nascita può essere interpretato soltanto da uomini di grande saggezza e intuizione; e questi sono pochi".

 

 La Nebulosa Elica sembra un gigantesco occhio cosmic

La Nebulosa Elica sembra un gigantesco occhio cosmico
 

Parallelamente alla relazione tra Tema Natale e "Ki", l'analisi dei Transiti astrologici ci mette in contatto con "Rei", con l'Energia Universale, con il Macrocosmo e l'incessante movimento di evoluzione, rotazione, andata e ritorno di energie potenti e antichissime: l'Energia, Dio, l'Universo, il Mistero è tutto ciò che è fuori di noi, e che agisce e si muove tutto intorno a noi.

In senso stretto, l'analisi dei Transiti planetari mette in relazione i Pianeti, i Segni e le Case del Tema Natale con il movimento "reale" dei pianeti nel momento preso in analisi e possono darci utili informazioni relative ai blocchi e ai processi intrapsichici che andremo probabilmente a incontrare in quel periodo della nostra vita, ovvero quali dei nostri Archetipi verranno "toccati" e attivati in quel momento.

Ovviamente teniamo sempre ben le parole di Tommaso d'Aquino: "Astra inclinant, non necessitant", cioè "gli Astri influenzano ma non costringono": nel senso che i transiti e i movimenti planetari possono darci delle preziose informazioni sulla specifica vibrazione di un preciso momento della nostra vita, sulle opportunità che si aprono davanti a noi, ma non possono certo costringerci a prendere delle scelte precise, tali decisioni spettano sempre all'individuo.

E ancora una volta, i Transiti di pianeti veloci e lenti ci ricordano che alcuni processi sono più frequenti, ritornano più velocemente (come i transiti di Luna, Mercurio, Venere e Marte), altri richiedono più tempo (Giove e Saturno), altri ancora sono processi lentissimi, che impiegano anche una vita intera a svilupparsi (Urano, Nettuno e Plutone): le occasioni e le opportunità non mancano, ma occorre saperle distinguere.

 

La Nascita di Venere, di W. A. Bouguereau, 1879

 La Nascita di Venere, di W. A. Bouguereau, 1879

 

Un altro settore meraviglioso ed immenso è quello delle relazioni d'Amore e delle Sinastrie: il termine "sinastria" deriva dal greco "sin", insieme e "astro" e consiste nella comparazione fra le carte natali di due persone e nell'analisi degli aspetti che si formano tra i Pianeti, i Segni e le Case di un partner rispetto all'altro, mostrando gli ambiti in cui la coppia è maggiormente affiatata e quelli in cui - essendoci meno affinità - potrebbero sorgere dei contrasti.

L'Astrologia è uno strumento eccellente per riconoscere gli atteggiamenti che utilizziamo nel campo delle Relazioni sentimentali: se siamo predisposti per legarci profondamente e seriamente oppure se nell'unione tendiamo alla leggerezza; se abbiamo bisogno di tempo per sviluppare un sentimento di amore oppure se ci innamoriamo a prima vista.

In particolare è Venere il pianeta della Relazione, dell'Intimità, dell'Amore: conoscere la posizione di Venere nel nostro Tema e in quello del partner è di grande importanza per la comprensione reciproca, perché ad esempio una Venere in Ariete sarà impulsiva e passionale e la relazione nascerà per colpo di fulmine, così come accade con una Venere in aspetto con Urano o nel Sagittario.

Oltre a Venere, nella comprensione della Relazione d'Amore contano il Sole e la Luna, che danno preziose informazioni rispetto alla visione dei genitori e quindi influenzano le relazioni in maniera profonda, mentre Marte e Venere rappresentano i lati più fisici e sessuali (ma anche Plutone, che rappresenta, il seme, il fascino e la seduzione) e ovviamente la Settima Casa, casa delle relazioni durature e dei matrimoni.

 

Due galassie a spirale in avvicinamento tra loro
Due galassie a spirale in avvicinamento tra loro

 

Articolo a cura di Lorenzo Postacchini e Sundara Simone Bongiovanni

Share this post

Richiedi Informazioni

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
Target Image

Iscriviti alla Newsletter

La tua e-mail

Ripeti e-mail

 

 
 

lo shop del benessere

vai al sito macrolibrarsi