La parola Chakra - "ruota" in Sanscrito - sta a indicare i sette centri energetici nel corpo umano sui quali Reiki lavora profondamente. Ciascuno di questi centri è connesso al Sistema Nervoso Autonomo, nonché ai livelli della Coscienza, agli Archetipi, ai colori, ai suoni, alle funzioni del corpo, alle fasi dell'esistenza.

 

E’ il sistema che esplica l’azione unificante della Coscienza integrando e collegando tutto l’organismo.

Regola la nutrizione, la riproduzione, il metabolismo, l’adattamento all’ambiente.

E’ la chiave dell’omeostasi corporea, ovvero la capacità dell’organismo di essere in equilibrio e interagire armoniosamente con gli eventi della realtà interna ed esterna.

Partecipa alla regolazione delle difese immunitarie, modula l’interrelazione tra il sistema nervoso centrale (movimento volontario e riflesso, equilibrio, automatismi di difesa), le funzioni psichiche (intelligenza memoria, pensiero, riflessione) e quelle endocrine.

Una qualsiasi modificazione dell’ambiente si riflette sull’organismo, quindi implica una variazione nell’equilibrio del Sistema Nervoso Autonomo che a sua volta creerà una risposta atta ad influenzare l’ambiente circostante.

L’aspetto fondamentale è che questo sistema è totalmente incosciente e involontario.

Attraverso una percezione immediata e diretta adatta continuamente le condizioni interne dell’organismo a quelle esterne.

Esplica le sue funzioni attraverso due parti complementari e sinergiche: il simpatico e il parasimpatico.

Il simpatico
entra in funzione quando si tratta di reagire a un pericolo immediato, aumenta la sua attività al mattino e in tutti i casi in cui necessita energia di azione. Ha quindi una funzione prevalentemente maschile e attiva.

Il parasimpatico
aumenta la funzione alla sera, permette il rilassamento e l’induzione del sonno e svolge una attività femminile, accogliente, calmante.

I centri nervosi del Sistema Nervoso Autonomo sono disseminati nel midollo spinale, da cui si dipartono fasci nervosi distribuiti orizzontalmente a strati lungo tutto il corpo.

Ogni livello o metamero è una unità funzionale completa ed è riferibile a una vertebra, al ganglio simpatico corrispondente, al nervo spinale che fuoriesce dal midollo all’altezza di quella vertebra, alle fibre motrici e sensitive di quel settore, alla pelle, alla muscolatura, alle ossa, alle articolazioni, ai vasi sanguigni e linfatici, alle ghiandole e ai visceri di tutto il territorio metamerico, confermando ancora una volta la fondamentale unità funzionale dell’organismo.

All’interno di questa sequenza di fasce se ne possono localizzare 7 che formano le zone di influenza dei principali plessi neurovegetativi (sacrale, lombare, solare, polmonare, cardiopolmonare, tiroideo, ipotalamico) e delle ghiandole endocrine di derivazione ectodermica (neuro-ipofisi, epifisi).

Richiedi Informazioni

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
Target Image