Il primo approccio dell'energia avviene sul piano fisico e sensibile, in quel mondo che è il tramite tra il dentro e il fuori: il Corpo.

La Tecnica (dal Greco "Techne", ossia Arte) richiede tempo e pratica assidua.

Il Trattamento Reiki va eseguito secondo un rituale costante, fatto di ascolto, di silenzio, di concentrazione e meditazione.

Va ricevuto con disponibilità e rilassatezza, lasciandosi attraversare dall'energia di Reiki.

 

La Pratica costante del lavoro sul Corpo

La pratica del Primo livello di Reiki non deve mai più essere abbandonata, essa costituisce la fonte e il fondamento di tutta la pratica di Reiki.

Se alla Sorgente non affluisce più l'acqua, come potrebbe il Fiume continuare il suo corso placido e tranquillo?

Un errore frequente è considerare il Primo Livello secondo la mentalità occidentale, con atteggiamento gerarchico e competitivo, come qualcosa da superare con il Secondo Livello.

Il Secondo Livello di Reiki non è qualcosa di "superiore" rispetto al primo, ma qualcosa che ha finalità differenti.

Il I Livello vibra sulla frequenza del Corpo, il II Livello vibra sulla frequenza della Mente.

Entrambi sono necessari per il benessere.

Avere padronanza della tecnica significa anche riconoscere queste differenze qualitative.

Molti studenti, poco accorti, spesso tralasciano la pratica dei trattamenti di I Livello appena entrano in contatto con l'energia del II livello, con i simboli e i trattamenti a distanza.

E' un errore, la pratica del I Livello non andrebbe mai abbandonata.

 

Ogni livello di Reiki ha una sua frequenza e una sua azione

Reiki è un sistema ternario, formato da varie linee, i livelli di Reiki, appunto, che operano in maniera combinata ma autonoma, ognuno seguendo un percorso specifico, determinato dalla particolare frequenza energetica che lo contraddistingue.

Il corpo è lo strumento dell'evoluzione

In realtà la Tecnica del I Livello è la base del successivo lavoro di crescita.

Senza un corpo e una mente sani, ossia senza un veicolo efficiente, non possiamo andare da nessuna parte, neppure con le più ambiziose intenzioni.

L'opera d'arte non esiste solo nella mente dell'artista, ma richiede strumenti "fisici" e "materiali" appropriati.

Che ne sarebbe dell'ispirazione di Michelangelo senza marmo, senza scalpelli, senza pennelli, tele e colori?

 

L'iniziazione e il trattamento

Attraverso l'iniziazione attivo un nuovo livello di energia che mi porta conseguentemente ad un nuovo livello di coscienza.

Attraverso le mani porto energia nei vari punti del corpo e aumenta il benessere psico-fisico.


 

Richiedi Informazioni

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
Target Image